foulard
A.N.G.E.L.O. Vintage Palace dedica una mostra ai Carré Hermès, vere e proprie opere d’arte formato 90x90. Narrazioni intrecciate nel più pregiato dei materiali, la seta. Universi che si snodano all’apertura della scatola arancione che li nasconde. Narrazioni di tutti i generi, di tutti i luoghi e di tutti i tempi, che emozionano al primo sguardo.

I carré Hermès sono sinonimo di lusso e di raffinatezza, di femminilità e ricercatezza. Diana Vreeland, li considerava capaci di donare un’eleganza istantanea a chi lo indossava. Le dive del passato, come Greta Garbo, Jacqueline Kennedy, Liz Taylor, Audrey Hepburn e Grace Kelly, erano testimoni viventi della classe che erano in grado di trasmettere.

La Maison Hermès che li produce dal 1937, ne ha creati ormai più di 1000, diventando il simbolo della produzione di questi oggetti per antonomasia. Se infatti, le origini del foulard si perdono in un passato lontano, è con Hermès che il foulard trova la sua vera elezione e diventa un oggetto indispensabile nel guardaroba femminile. Creato a partire da un accessorio maschile, il carré Hermès, diventa, grazie all'intuizione di Emile Maurice Hermès prima e il suo incontro con lo spirito innovativo dell'abile tessitore lionese Marcel Gandit successivamente, un oggetto di culto frutto di un metodo di lavorazione artigianale che si è conservato immutato fino a oggi.

Il carré della Maison di Rue Faubourg Saint Honoré non è un semplice quadrato di seta: è un’icona, un gioiello, un capolavoro di perfezione che non passa di moda ma diventa sempre più prezioso con lo scorrere del tempo. Più che un accessorio, infatti, il carré Hermès è una tela, un veicolo espressivo sul quale iscrivere narrazioni fantasie, emozioni, forme e figure, reali o immaginarie. Dalla ricchissima collezione dell'Archivio A.N.G.E.L.O. 40 foulard ci trasportano in mondi immaginari, in luoghi e tempi lontani per un viaggio capace di evocare simboli, miti, personaggi, usi e culture, nuovi e antichi.

Comments are closed.

Translate »